running, belinate e tanti problemi

Metti che una domenica ci scappi un collegiale

Ma metti che succeda una di quelle cose incredibili e inaspettate, tipo che senza neanche tanti discorsi una domenica venga fuori un collegiale.

Le premesse erano: il Notaro che chiede se qualcuno corre, Guidolin che risponde, il tempo da allerta che minaccia acqua, uno Spiety che nicchia, un Guidolin che afferma “piova quanto vuole ma io domenica corro col Notaro”, premesse mediocri in fondo, ma un’oscura presenza ci stava ronzando intorno e questo avrebbe fatto la differenza.

All’appuntamento con lo Spiety in Rupinaro Square si presenta un personaggio misterioso che ci avrebbe accompagnato per tutto l’allenaisa. Il Notaro incassa il colpo ma impone un lungo Entella “perchè sono anni che non lo faccio”. E proprio sul lungo Entella si consuma la tragedia: il personaggio si rivela ostile e prende in ostaggio i poveri Paida, cercando di lanciare messaggi minacciosi tramite video non riusciti e messaggi non ben capiti.

La fortuna dei Paida ritorna quando si inizia a parlare di acciacci, dolori, tendini, infortuni vari e caviglie malconcie. Il personaggio, forse colpito nel segno, si ammorbidisce, rilascia i sequestrati e si avvia camminando verso casa immerso in chissà quali pensieri.

Comments are closed.