running, belinate e tanti problemi

Sulla via dello sfiguramento

Mi sono sempre chiesto cosa volesse dire veramente l’appellativo sfigurato che così facilmente attribuiamo a chi corre prendendosi troppo sul serio.

Dal dizionario
sfigurare

[sfi-gu-rà-re] v.

• v.tr. [sogg-v-arg] Rendere deforme qlcu. o alterarne i lineamenti, soprattutto del viso; anche con specificazione della persona: una cicatrice gli sfigura il volto; in senso fig., detto di fatica fisica o di sentimento molto intenso, stravolgere qlcu. o qlco.: l’odio sfigurava il suo volto

Riguardando le foto che ho scattato durante il mio ultimo lungo (non scatto mai mentre corro perché mi fa perdere il ritmo, ma un lungo dopo anni lo meritava) ho avuto l’illuminazione, seguitemi nel percorso

 

1. appena partito sul lungomare con scelta della posa migliore, ciuffo pettinato, maglietta in ordine (lo so un po’ troppo fluo ma quella grigia la tengo per gli eventi)

 

2. tributo alla colonia faro anche se così conciata non la riconosco

 

3. ritorno sul lungo fiume: smorfia ambigua, capelli già zuppi

 

4. metà percorso: sguardo comunque soddisfatto ma le tracce della fatica sono già evidenti

 

5. da settenbrin cominciano le visioni

 

6. ritorno a casa dopo 16 km: lo sfiguramento è completo!!!

One Response to “Sulla via dello sfiguramento

  1. Johnwine JJBTM

    Spettacolo… un vero manuale, una guida per chiunque voglia avvicinarsi al nostro mondo… Ben fatto Archipaida, sei un vero evangelizzatore 🙂

Comments are closed.